Skip to main content

Perché (la maggior parte) le app desktop non sono disponibili in Windows Store

Perché (la maggior parte) le app desktop non sono disponibili in Windows Store

Geoffrey Carr

Il Windows Store incluso in Windows 10 potrebbe essere uno sportello unico per trovare tutto il software che stai cercando. Ma non lo è. Alcune applicazioni desktop, come Kodi e Evernote, sono ora disponibili, ma la maggior parte non lo sono.

Lo Store offre principalmente app in stile mobile come Candy Crush Saga e TripAdvisor, due applicazioni che Microsoft ora associa a Windows 10, ma non le più potenti app desktop da cui dipendono molti utenti Windows. Almeno lo Store non è più pieno di app desktop false.

Il negozio offre solo app universali

Microsoft ha deciso di offrire solo app universali e non applicazioni desktop attraverso lo Store. Windows Store include solo app scritte per la nuova "Piattaforma Windows universale" di Microsoft o UWP. Talvolta è anche chiamata "piattaforma universale per applicazioni" o UAP.

Tornato in Windows 8 e 8.1 giorni, lo Store includeva solo le nuove "App Metro" o "App moderne", che in realtà Microsoft chiamava "App Store" in Windows 8.1. Queste app erano più limitate delle app desktop, solo nell'esecuzione dell'interfaccia Metro a schermo intero e mai veramente "in chiusura". Era semplice: se volevi applicazioni per la nuova interfaccia, hai usato lo Store. Se volevi delle applicazioni desktop, le avresti fatte alla vecchia maniera.

Tuttavia, in Windows 10, Microsoft ha iniziato a sfocare le linee. Queste app Store vengono eseguite nelle proprie finestre sul desktop, insieme ad altre applicazioni desktop. Tuttavia, non sono ancora gli stessi.

Con il rilascio di Windows 8, Microsoft ha consentito agli sviluppatori di aggiungere le loro applicazioni desktop a Windows Store. Tuttavia, queste erano solo pagine del negozio che fornivano collegamenti a siti Web in cui è possibile scaricare app desktop. Questi non sembrano più presenti in Windows 10.

Le app universali sono più limitate e questo è il punto

Ma la nuova piattaforma applicativa universale di Microsoft è più limitata. Anche nei casi in cui sono state introdotte potenti applicazioni in stile desktop su Windows Store, la versione di Store è ostacolata rispetto alla controparte desktop. Dai un'occhiataRise of the Tomb Raider, che è disponibile sia da Steam come app desktop e Windows Store come app universale. La versione universale è molto più limitata. C'è un'app Dropbox in Windows Store, ma non è possibile sincronizzare i file con il tuo computer come l'applicazione desktop Dropbox: è più simile alle app per smartphone di Dropbox.

Questo perché la nuova piattaforma applicativa di Microsoft è progettato essere più limitato. Le app vengono eseguite in una sandbox, limitando i file a cui possono accedere sul sistema. Non possono interferire con altre app e curiosare su di te. Non possono lanciarsi all'avvio o eseguire costantemente in background. Le app universali sono progettate per essere portatili ed eseguire su Windows Phone, Xbox e altre piattaforme. Queste nuove app universali hanno più in comune con le app mobili su iPhone, iPad o Android rispetto a quelle tradizionali con le app desktop.

Al contrario, le tradizionali app desktop Windows possono fare praticamente tutto ciò che vogliono con il tuo computer. Il controllo dell'account utente ora impedisce loro di copiare i file di sistema senza autorizzazione, ma possono comunque manomettere i file personali, funzionare come keylogger o rendere instabile il sistema. Il potere è un'arma a doppio taglio.

Microsoft vorrebbe distribuire solo app sicure che non costituiscono un rischio per la sicurezza, la privacy o le prestazioni. Ecco perché esclude le normali app desktop, che non può garantire non causeranno problemi. Microsoft preferirebbe che le persone creasse app universali e le distribuissero attraverso lo Store, in quanto il sistema può gestire queste app e garantire un'esperienza migliore.

Questa è l'idea, almeno. In realtà, le app universali non sono ancora decollate e la maggior parte degli utenti di Windows ha bisogno di applicazioni desktop. Ma, tre anni e mezzo dopo che Windows Store è stato rilasciato per la prima volta con Windows 8, Microsoft sta ancora cercando di cambiarlo.

I Mac hanno in realtà un problema simile. Mentre il Mac App Store di Apple include le tradizionali app per desktop Mac, il Mac App Store applica il sandboxing per evitare che queste app causino problemi ai Mac. Ciò significa che applicazioni Mac più potenti non possono essere fornite tramite il Mac App Store e devono essere scaricate da siti Web come se dovessi scaricare un programma desktop Windows e che le applicazioni nel Mac App Store sono spesso versioni più limitate. Molti sviluppatori Mac hanno abbandonato il Mac App Store. Gli utenti Mac non sono in grado di trovare tutti i programmi desktop che vogliono sul Mac App Store.

Alcune app desktop possono essere convertite in UWP (e sono nel negozio ora)

Con l'Anniversary Update per Windows 10, il "Desktop Bridge" di Microsoft, precedentemente noto come "Project Centennial", è arrivato. Gli sviluppatori possono ora utilizzare le tradizionali applicazioni desktop Windows (in altre parole, app Win32 e .NET) e comprimerle in app UWP che possono essere inviate a Windows Store.

Questa tecnologia funziona sorprendentemente bene. Gli sviluppatori del media center di Kodi hanno scritto che non credevano sarebbe stato facile per Kodi - un'applicazione complessa che utilizza l'accelerazione audio e video hardware - per diventare un'app UWP. Ma, con loro sorpresa, ha funzionato.La versione desktop di Kodi è ora disponibile in Windows Store.

La versione desktop completa di Evernote è ora disponibile anche in Windows Store. È un grosso miglioramento rispetto alla triste app "Evernote Touch" che è stata creata per Windows 8.

Ma per quanto riguarda la sandboxing? Ci aspettavamo che molte applicazioni potessero non funzionare correttamente dopo una conversazione poiché sono limitate dalla sandbox UWP, proprio come la sandbox di Mac App Store limita molte app Mac. Microsoft avvisa anche gli sviluppatori che non tutte le app funzioneranno senza modifiche.

Tuttavia, sembra che la sandbox sia molto permissiva. Le app dotate di Bridge Bridge non sono soggette a tutte le restrizioni sandboxing applicate alle normali app UWP. Ciò consente a molte applicazioni desktop di "funzionare" solo dopo essere state convertite senza ulteriori ritocchi.

Le app pacchettizzate in questo modo presentano alcuni vantaggi rispetto alle normali app desktop. Windows Store offre un luogo centrale e sicuro per trovare e installare app da. Lo Store aggiornerà automaticamente anche le app. Le app convertite possono essere installate e disinstallate rapidamente in modo pulito, senza procedure guidate di installazione, voci di registro rimanenti e altri file non necessari occupando spazio sul disco rigido.

Gli sviluppatori possono anche aggiungere funzionalità UWP alle loro app desktop. Ad esempio, l'app Evernote nel Windows Store offre una tessera dal vivo. Microsoft dice che questo permetterà agli sviluppatori di migrare gradualmente le loro app desktop in app UWP, sostituendo bit di codice alla volta.

Sfortunatamente, queste app non hanno tutti i vantaggi delle normali app "Universal Windows Platform". Anche se sono app tecnicamente "UWP", in realtà non sono universali, funzionano solo su PC Windows 10. Non verranno eseguiti su telefoni Windows 10, Xbox One, HoloLens o altre piattaforme che Microsoft potrebbe pubblicare in futuro.

Ci aspettiamo di vedere sempre più app desktop aggiunte a Windows Store in futuro, ma non tutte le app desktop saranno disponibili nello Store. Alcune potenti applicazioni non sono in grado di essere sottoposte a sandbox. Gli sviluppatori dovranno fare del lavoro extra, e tutte le funzionalità UWP aggiuntive funzioneranno solo su Windows 10. Gli sviluppatori dovranno continuare a offrire un programma di installazione scaricabile per gli utenti di Windows 7.

E, se uno sviluppatore sta vendendo software, dovrà dare al Windows Store un taglio del 30% dei profitti. Gli sviluppatori potrebbero voler vendere il proprio software e conservare tutti i profitti piuttosto che condividerli con Microsoft.

Per il prossimo futuro, Windows Store continuerà ad essere solo un modo per ottenere alcune applicazioni, non uno sportello unico per tutto il software che potresti desiderare su un PC Windows 10.

Link
Plus
Send
Send
Pin